Selfie Mania

Questa è una fotografia del nostro Paese. Da una parte nella tragedia sopravvive ed è fomentata la logica da stadio, lo sciacallaggio è normalizzato, l'opportunismo politico diventa pratica diffusa. Dall'altra fa giustamente scalpore il vergognoso selfie del Ministro degli Interni, eppure in pochi si pongono domande circa i fischi ricevuti nello stesso luogo dagli esponenti del Partito Democratico. Lo specchio di un'Italia in cui è cambiato un paradigma culturale prima che politico, dove la frattura fra precedente ed attuale sembra insanabile, dove un'alternativa non sembra esserci all'orizzonte.
La fine di un'epoca, l'alba anomala di un nuovo inizio in cui avanza il buio anziché la luce. Chiamatelo cambiamento, a me fa paura.