Cosa vuol dire essere accusati di pedofilia nell'era dei social

Era una mattina di febbraio del 2016 quando Patrizio Tosoni, comandante della Polizia Locale di una città nel bresciano, apre la porta della sua abitazione ai colleghi di un comando confinante. Gli agenti inaspettatamente gli notificano un mandato di perquisizione e portano via alcuni oggetti, dalle carte si evince che l’uomo è accusato dell’infamante reato di pedofilia. Ha inizio così un incubo processuale durato un anno e mezzo, incubo che ha rovinato la vita e la carriera di Tosoni e dal quale, con la piena assoluzione, oggi l’oramai ex comandante sta cercando di uscire.

Questo articolo è apparso su Ultima Voce, dove sono stato ospitato. --->Continua a leggere

Visualizza i commenti

Get the latest posts delivered right to your inbox.

Privacy Policy